IL BERGAMASCO ALFIO LOCATELLI E’ IL PRIMO LEADER DEL 33° “GIRO DELLE VALLI CUNEESI NELLE ALPI DEL MARE” PER ELITE E UNDER 23.

 

LIMONETTO. E’ un giovane conterraneo del Papa Buono il primo leader del 33° Giro delle Valli Cuneesi nelle Alpi del Mare, la corsa a tappe riservata ad Elite e Under 23 che ha preso il via questa mattina da Savigliano, con 119 partenti in rappresentanza di 10 nazioni, e si concluderà mercoledì 4 agosto alle Terme di Vinadio. Ai 1350 metri di altitudine di Limonetto, a poca distanza dal confine con la Francia, si è infatti imposto il bergamasco Alfio Locatelli, 20 anni e mezzo, residente a Sotto il Monte Giovanni XXIII e portacolori del Team Palazzago, che ha conseguito la prima, meritatissima affermazione stagionale regolando nettamente allo sprint il campione venezuelano Jonathan Monsalve e altri tre corridori bergamaschi: nell’ordine Andrea Di Corrado, Mattia Cattaneo e Stefano Locatelli, omonimo del vincitore al quale non è però legato da alcun vincolo di parentela.

Dopo le solite scaramucce iniziali, la frazione inaugurale del Giro si è infiammata dopo circa 35 km, quando si è formato al comando un gruppo di 19 corridori (Penasa, Marcolin, Lupori, Di Corrado, Nardin, Califano, Vassallo, Testi, Moschen, Bonomi, Galligani, A. Locatelli, Roletti, Fichera, Cattaneo, Coledan, i francesi Domont e Giraud e il britannico Mould), che hanno rapidamente guadagnato terreno, fino a toccare un vantaggio massimo di 2’36’’ al km 65 di gara. Da segnalare che del gruppo di testa faceva parte anche Paul Paganini, alfiere della Fagnano Nuova, rimasto purtroppo vittima di una caduta nella quale si è procurato la frattura scomposta di una clavicola che lo ha costretto al ritiro. Il margine dei battistrada si è poi stabilizzato a lungo intorno ai 2’ e solo nel finale, quando la strada ha cominciato a salire verso il traguardo, il gruppo ha cominciato a ridurre le distanze. A 11 chilometri dalla conclusione dai primi ha allungato il varesino Moschen, mentre alle sue spalle il plotoncino degli immediati inseguitori si frazionava ed il gruppo si avvicinava sempre più pericolosamente. A 4 km dall’arrivo l’esausto Moschen veniva raggiunto e superato da Cattaneo, Di Corrado, Locatelli e da Monsalve, rinvenuto fortissimo dalle retrovie, e nello sprint in salita Locatelli partiva da lontano e coglieva a mani alte la prima vittoria fra gli Under 23. Ma i più accreditati candidati alla vittoria sono ancora tutti lì, racchiusi nello spazio di una manciata di secondi e la partita è ancora tutta da giocare.

 

ORDINE D’ARRIVO E CLASSIFICA GENERALE: 1° Alfio LOCATELLI (Team Palazzago), km 137 in 3h17’37’’, media 41,595; 2° Jonathan Monsalve (Ven, Mastromarco-Chianti Sensi) a 3’’; 3° Andrea Di Corrado (De Nardi-Colpack-Bergamasca) a 5’’;  4° Mattia Cattaneo (Trevigiani-Dynamom-Bottoli); 5° Stefano Locatelli (De Nardi-Colpack-Bergamasca) a 6’’; 6° Enrico Battaglin (Zalf-Desirèe); 7° Edoardo Zardini (Mantovani); 8° Antonio Santoro (Mastromarco-Chianti Sensi); 9° Thomas Damuseau (Fra, Chambery Cyclisme); 10° Jakub Novak (Cze, Sergio Dalfiume).

 

Il Giro delle Valli Cuneesi nelle Alpi del Mare prosegue così:

 

Domenica 1 agosto: seconda tappa, Monasterolo di Savigliano-Frabosa Soprana di km 143,400. Partenza alle ore 9,30. Arrivo a quota 891 dopo 6 km di salita con pendenza media del 5,55%, massima del 9,50%.

 

Lunedì 2 agosto: terza tappa, Caraglio-Acceglio Sorgenti del Maira di km. 136,200. Partenza alle ore 9,30. Arrivo a quota 1620 dopo 7 km di salita con pendenza media del 6%, massima del 13%.

 

Martedì 3 agosto: quarta tappa, Fossano-Colle Fauniera di km. 115. Partenza alle ore 9,30. E’ la tappa-regina del Giro, con arrivo a quota 2481 dopo 21,7 km di salita con pendenza media del 7,10% e massima del 15%.

 

Mercoledì 4 agosto: quinta tappa, Cuneo- Terme di Vinadio di km. 146,700. Partenza alle ore 9. Arrivo in dolce salita a quota 1247. Gli ultimi 5 km presentano una pendenza media del 5,65%, massima dell’11,50%.